L’appello dei cittadini per riaprire la Riserva Naturale Lago di Vico

Un gruppo di associazioni e cittadini propone una visione comune sulla Riserva Naturale Lago di Vico, chiedendo il ritiro dell'ordinanza n.13/2019 che ne limita l'accesso.

Al via l’appello di 19 associazioni e molte cittadine e cittadini per chiedere la riapertura completa di tutte le aree della Riserva Naturale Lago di Vico dopo l’ordinanza n.13/2019 del Comune di Caprarola.

Faggeta Lago di Vico
Foto dal sito www.tusciando.it

Da ieri il tam-tam sulla rete, sui social network e sui gruppi whatsapp per la riapertura della Riserva Naturale Lago di Vico si è fatto più intenso. L’appello firmato da 19 associazioni e decine di cittadini e cittadine è arrivato in un sol colpo sulla scrivania del Sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi e su quelle delle redazioni dei principali quotidiani viterbesi.

Dopo la pubblicazione sulle testate locali, i telefoni hanno cominciato a vibrare con messaggi whatsapp e richieste di informazioni su come firmare e sostenere l’appello. Evidentemente, in molti già pensano al “dopo” e a dove concedersi qualche ora all’aria aperta dopo tante settimane di restrizioni alla mobilità e a qualsiasi tipo di attività: da quelle lavorative a quelle sportive, da quelle ludiche a quelle culturali.

In una fase che si preannuncia già difficile a livello occupazionale e salariale, sarà importante ragionare anche a livello locale su quale tipo di servizi migliorare, quali spazi ripensare e quali attività garantire in un momento unico come quello che stiamo vivendo. Abbiamo già dimostrato che la solidarietà e l’aiuto reciproco, quando sono richiesti e necessari, non mancano. Noi vorremmo che anche l’ambiente e la Natura fossero al centro di una riflessione e di una visione comune. Per questo, abbiamo aderito come associazione all’appello rivolto agli amministratori locali, affinché l’unico grande spazio all’aperto che potrebbe accoglierci, a pochi chilometri da dove viviamo, venga riaperto il prima possibile con tutte le precauzioni per goderne in tutta sicurezza.

Infine, già nel dibattito pubblico italiano si sta ragionando su come incentivare il turismo sostenibile e di prossimità che, a causa dell’epidemia di Covid-19, sarà probabilmente l’unica forma di turismo sostenibile per molto tempo a venire. Occorre quindi una riflessione aperta e condivisa su che tipo di turismo vogliamo sui nostri territori, quali servizi e quale accoglienza possiamo offrire ai visitatori, come noi stessi vogliamo vivere nei posti dove abitiamo e quale tipo di ricchezza un turismo sostenibile può portare alle nostre comunità.

 

Riportiamo integralmente l’appello:

————

In un momento di straordinaria attenzione e fragilità come l’attuale, sono importanti i gesti e le decisioni che incoraggiano a guardare al futuro con fiducia e coraggio. Vogliamo farlo a partire da un tema solo apparentemente marginale, che riveste invece numerose implicazioni culturali, sociali ed economiche.

Per questo motivo avanziamo all’amministrazione comunale e al sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi la richiesta di ritirare l’ordinanza numero 13 del 13/12/2019, avente ad oggetto “Divieto di accesso nei boschi comunali all’interno della riserva lago di Vico”. Proprio in un momento di restrizione della mobilità e della socialità, un segno indispensabile di speranza.

Lo chiediamo innanzitutto perché il nostro territorio non si trovi impreparato quando questa difficile fase di costrizione collettiva finirà e la domanda di turismo di prossimità e di attività rigeneranti nelle aree verdi sarà altissima. Arrivare a questo appuntamento con la riserva naturale inaccessibile produrrà, tra l’altro, un grave danno alle tante attività economiche e ricreative che vivono grazie alla qualità ambientale, alla bellezza del paesaggio, ad un’autentica idea di sviluppo sostenibile.

Siamo a chiedere questo atto importante e decisivo come cittadini, associazioni e imprese, una comunità che vuole riprendere il filo di un progetto condiviso di sostenibilità, solidarietà e benessere.

AGAE – Associazione Guide Ambientali Europee
AICS Ambiente – Associazione Italiana Cultura e Sport
AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche Alessandro Piazzi Vice Presidente Federtrek
A.MI.CI. – Associazione Micologica dei Monti Cimini, Carbognano ARCI – Comitato Provinciale Viterbo
Associazione Le Città Invisibili, Caprarola
Associazione Mediterraid Cammina – Via Francigena Viterbo- Roma
AUCS onlus – Associazione Universitaria Cooperazione e Sviluppo
Viterbo Aucs Studenti Viterbo

Cai – Sezione di Orvieto
Camping natura, Caprarola
Comitato acqua potabile
Condotta Slow Food Viterbo e Provincia
FIE – Federazione Italiana Escursionismo
Gianluca Forti, Direttore Museo Del Fiore – phd in Ecologia
LAGAP – Libera associazione guide ambientali-escursionistiche Professioniste Legambiente circolo lago di Vico
Lipu – Sezione Viterbo
Rete Degli Studenti Medi, Viterbo
Wwf Roma e Area Metropolitana

Per sottoscrivere l’appello è possibile inviare una mail a: legambientelagodivico@gmail.com oppure potete compilare questo modulo i cui dati saranno trattati in forma anonima secondo le normative vigenti.

 

Close

Meta

Archivi

Commenti recenti