Cinema nelle biblioteche: 50 proiezioni nei Comuni della Tuscia

Grazie a un progetto della Comunità Montana dei Cimini le biblioteche e alcuni musei della Tuscia ospiteranno 50 proiezioni cinematografiche fuori dai circuiti dei multisala.

La Comunità Montana dei Cimini ha promosso, nell’ambito della legge regionale 23 ottobre del 2009, un progetto per portare il Cinema nelle biblioteche della Tuscia, ottenendo un finanziamento per la realizzazione di una variegata rassegna cinematografica.

Un progetto sviluppato dall’Associazione Arca e dalla Kinema Association, che ha coinvolto sedici realtà tra Comuni, biblioteche e musei territoriali. L’obiettivo del progetto consiste non soltanto nel far apprezzare al pubblico film insoliti, d’essai o poco conosciuti, ma nel rivitalizzare le biblioteche e i piccoli musei di provincia come luoghi di cultura. E’ importante che le biblioteche non siano infatti soltanto luoghi dove ammucchiare libri sugli scaffali, ma veri e propri baricentri della vita culturale dei nostri paesi. Noi de “Le città invisibili” lo abbiamo sostenuto più e più volte.

Questo progetto va senz’altro in questa direzione. La rassegna è iniziata già in alcuni Comuni, dove hanno fatto tappa film come “Ustica” o “Abbraccialo per me”.

Le proiezioni si svilupperanno per tutto il 2018, fino a ottobre. La nostra redazione ha scelto 3 dei film in programma. Ve li segnaliamo qui sotto con una piccola scheda allegata a ogni trailer.

DOMENICA 5 AGOSTO ore 21.30 – Vitorchiano – “Io sto con la sposa

Un film emozionante, la storia del tentativo di cinque profughi siriani e palestinesi di raggiungere la Svezia inscenando un matrimonio. “Io sto con la sposa” tratta un tema attualissimo: quello del diritto alla mobilità e – prima di tutto – del diritto alla vita. Questo documentario di Gabriele Del Grande (autore tra l’altro di un interessantissimo libro sui disertori dello Stato Islamico), Antonio Augugliaro e Khaled Soliman al Nass racconta la storia di queste cinque persone come se fosse la storia di chiunque cerchi di fuggire da guerre e persecuzione con l’ironia, la fantasia e l’attaccamento alla vita che invece mancano nelle nostre società.

 

SABATO 1° SETTEMBRE ore 17.00 – Canepina – “Il mondo di mezzo

I media nazionali, in assenza dell’Italia ai mondiali, occupano le prime pagine con la narrazione tossica delle “invasioni” e delle irreali soluzioni salviniane ai problemi che affliggono il paese. Ma chi ricorda più l’inchiesta su Mafia Capitale e sul “mondo di mezzo”? Il malaffare, la mafia, la corruzione come sistema di governo che sottrae risorse alla collettività distratta, impegnata com’è a prendersela con i più deboli. Un ripasso e la visione di questo film di Massimo Scaglione non ci farebbe male…

 

SABATO 13 OTTOBRE ore 17.00 – Blera – “Due euro l’ora

Chi ricorda la storia del rogo del materassificio Bimaltex, nel 2006? Nell’incendio morirono due donne, una di loro – Giovanna Curcio – aveva soli 16 anni. Il film si ispira a questa storia di emarginazione e sfruttamento, assenza dello Stato e discriminazione femminile. Andrea D’Ambrosio, il regista, ambienta il film in un Comune del Sud più povero, dimenticato dalle istituzioni, dalla politica e dai media mettendo al centro della narrazione i temi dello sfruttamento e della solitudine.

 

Nella biblioteca di Caprarola, presso il Palazzo della Cultura, saranno invece proiettati i seguenti film:

DOMENICA 30 SETTEMBRE ore 17.00 – “Il marchese del grillo” di Mario Monicelli

VENERDI’ 19 OTTOBRE ore 17.00 – “Le memorie di Giorgio Vasari” di Luca Verdone

DOMENICA 28 OTTOBRE ore 17.00 – “All human rights for all” (film collettivo sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)

 

cinema nelle biblioteche caprarola

Close

Meta

Archivi

Commenti recenti