Eva e le altre, dal 21 al 24 giugno a Caprarola un festival al femminile

In arrivo a Caprarola la prima edizione del Festival che vede le donne protagoniste. Insieme all'apertura della Casa delle Donne di Vetralla, è il segno che il territorio può dare ancora risposte.

Visitando la pagina facebook del Festival, in scena a Caprarola dal 21 al 24 giugno,

salta agli occhi la voglia degli organizzatori della rassegna “Eva e le altre” di realizzare un evento che mette al centro la donna.

“La storia c’insegna che, dai tempi di Eva, noi donne abbiamo dovuto lottare per imporre i nostri diritti. Quello che si riscontra, purtroppo, è che le nuove generazioni non conoscono la storia della nostra emancipazione. La libertà e l’indipendenza femminile sono processi ancora pienamente in atto, sebbene rallentati da violenze e discriminazioni”. Questa la descrizione degli organizzatori della rassegna.

Dopo l’apertura della Casa delle Donne a Vetralla, dal territorio emerge la necessità di dare voce e risposta ai bisogni delle donne. A nostro avviso c’è ancora molta strada da fare, anche perché spesso a livello locale è difficile far emergere e risolvere problematiche, discriminazioni o casi di violenza di genere. Il peso dei legami familiari e sociali è infatti molto più forte, più pressante e meno anonimo che altrove.

Un evento come questo potrebbe rappresenta però un primo passo verso un percorso di confronto, organizzazione e autodeterminazione.

Eva e le Altre vuole si pone infatti come un momento di riflessione femminile sulla memoria e sul futuro, un appuntamento con la cultura e con l’impegno sociale, un punto di riferimento per tutti, uomini e donne, che vogliono costruire una società senza distinzione di genere.

Il programma completo verrà annunciato a breve sulla pagina facebook del Festival. La nostra Associazione, in anteprima, segnala per i lettori del sito due degli eventi più interessanti in programma.

21 GIUGNO ore 21.00 presso il Teatro delle Ex Scuderie Farnese (via San Rocco)

“Per un morso di mela”, spettacolo teatrale della Compagnia Fanalino di Coda. Cinque attrici mettono in scena una pièce teatrale accompagnata da percussioni dal vivo in cui rappresentano la faticosa conquista dell’amore sulla terra. Non una meta chiara e facilmente raggiungibile ma un percorso, un sentiero irto di difficoltà, ostacoli e conflitti.

Fanalino di Coda
Foto dal sito tusciatimes.eu

22 GIUGNO ore 16.30 presso il Palazzo della Cultura (via della Repubblica snc)

“La penna di Eva”, rassegna editoriale tutta al femminile, dove le autrici parleranno con il pubblico delle loro opere, approfondendo le tematiche sociali attuali e quelle di genere. Tra le scrittrici presenti, Loriana Lucciarini, autrice del libro “Quattro petali rossi. Frammenti di storie spezzate”, edito da Arpeggio. E poi Anna Maria Mazzini, artista, pittrice e componente della squadra campione del mondo di Dragon Boat di Bracciano; Maria Antonietta Oroni dell’Associazione “Le porte della speranza” e l’Associazione Erinna di Viterbo.

Loredana Lucciarini
Foto dal sito scintilledanima.wordpress.com

Vi invitiamo a seguire la pagina Facebook del Festival Eva e le altre per scoprire il programma completo o a contattare direttamente gli organizzatori, tra cui figura il consigliere alla Cultura Angelo Borgna, per ulteriori informazioni sugli altri eventi della rassegna.

Per segnalarci i vostri eventi o scrivere sul blog potete invece scriverci al nostro indirizzo mail: lecittainvisibili.caprarola@gmail.com .

Close

Meta

Archivi

Commenti recenti